sentenza
”Sentenza” ©. Per gentile concessione dell’autrice, Margherita Allegri. Opera premiata al Concorso “Umorismo e Satira”, sezione “Giustizia Ingiusta”, organizzato a Dolo nel 2009


  • Responsabilità oggettiva del Funzionario comunale per le lesioni procurate al pedone dal tombino scoperto (Cass. Pen., sez. IV, 11-07-2011)
Con questa pronuncia si conferma la tendenza a responsabilizzare le amministrazioni locali per una minore inefficienza nella manutenzione e custodia delle strade loro affidate. In particolare si sottolinea come sia irrilevante per il Funzionario colpevole la circostanza che il tombino scoperto non fosse stato segnalato: E’, infatti, un suo preciso compito quello di attivarsi autonomamente, anche mediante un servizio di monitoraggio, per la prevenzione degli infortuni.

sentenza

  • Guida senza patente - Patente precedentemente sospesa - fatto non più previsto come reato - sanzione amministrativa.

Si segnala la sentenza n. 44647 del 01-12-11 con la quale la quarta sezione penale della Corte di Cassazione ha stabilito che l’automobilista che circola sprovvisto di patente, precedentemente sospesa a tempo indeterminato, non commette reato e ciò a seguito della depenalizzazione delle sanzioni previste dall’art. 218 CdS ad opera del D.Lgs. n. 507/99.
La Suprema Corte ha inoltre precisato che “
Tale disposizione in realtà è dettata con specifico riguardo alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per un periodo determinato, mentre per il caso della sospensione a tempo indeterminato non è prevista una apposita disciplina. Essa tuttavia deve ritenersi applicabile anche al caso di sospensione della patente a tempo indeterminato".

sentenza

  • Divulgazione di materiale pedopornografico - Utilizzo di software di condivisione P2P - Assenza di altri elementi di riscontro - Insussistenza del reato

Si segnala la sentenza n. 44065 emessa il 28-11-11 dalla terza sezione penale della Cassazione con la quale si statuisce che il semplice utilizzo programmi di condivisione peer to peer (P2P) in assenza di ulteriori elementi di riscontro non può fondare una condanna per il reato di divulgazione di materiale pedopornografico ex art. 600-ter, comma 3, c.p.

sentenza

  • Custode Giudiziario. Sostituzione del compendio pignorato con altri beni simili e dello stesso valore. Sussistenza della responsabilità penale

Si segnala la sentenza n. 5912 pubblicata il 15-02-12 dalla sesta sezione penale della Cassazione con la quale si statuisce che l’esecutato che, nominato custode del compendio mobiliare pignorato, decide di vendere tali beni, salvo poi sostituirli con altri di analoga natura e pressoché identico valore è responsabile del reato di mancata dolosa esecuzione di un provvedimento del giudice; ciò perché è assolutamente rilevante l’interesse pubblico a che resti immutabile il vincolo giudiziario posto sui beni a fini di giustizia.

sentenza

  • Associazione Mafiosa. Medico curante del Boss Mafioso. Sussistenza

Si segnala la sentenza n. 5909 pubblicata il 15-02-12 dalla sesta sezione penale della cassazione la quale ha stabilito che la condotta posta in essere dal medico che si è preso cura del capo storico di “Cosa Nostra” Provenzano, provvedendo alla somministrazione di un farmaco antitumorale di cui il boss aveva bisogno, è astrattamente riconducibile al favoreggiamento personale ma in concreto non è punibile per la sua finalizzazione alla tutela della salute. Secondo i Giudici romani la condotta del prevenuto è configurabile “..nella fattispecie di cui all’articolo 416 c.p., anziché in quella di cui all’articolo 378 c.p., aggravato ex art. 7 D.L. 152191”